Confindustria Umbria Fidindustria Umbria
Si informano i signori soci che il prossimo 15 aprile 2019 alle ore 15,00 si terrà, presso la Sede Sociale in Terni (TR) Via Adriano Garofoli, 13/15,

l’Assemblea Straordinaria per deliberare la fusione per incorporazione del Consorzio “Fidindustria Umbria Consorzio Garanzia Collettiva Fidi” con sede legale in Terni (TR) Via Adriano Garofoli, 13/15 in Confidi Imprese Toscane Società Cooperativa di garanzia collettiva dei Fidi e conseguente variazione della denominazione in “Confidi Centro Società Cooperativa Garanzia Collettiva Fidi”.

La documentazione di cui all’ Art. 2501 septies c.c. è disponibile presso le sedi sociali.

Attività

  • rilascio di garanzie a favore delle banche convenzionate a beneficio delle imprese consorziate a copertura di una determinata percentuale di rischio
  • condizioni vantaggiose rispetto a quelle di mercato poiché i tassi d’interesse e le condizioni accessorie sono regolate da apposite convenzioni con diversi Istituti di Credito
  • credito aggiuntivo: il credito erogabile tramite il consorzio è di solito aggiuntivo e si affianca alle normali linee di credito in essere con le Banche
  • consulenza nella gestione dei flussi finanziari dell’impresa al fine di giungere, attraverso la razionalizzazione e diversificazione delle scelte di finanziamento, all’equilibrio finanziario
  • assistenza per l’individuazione degli strumenti finanziari nell’ambito di leggi agevolative regionali, nazionali e comunitarie e nel mercato extrabancario (leasing, factoring), verso prodotti bancari non di sportello (Banca Europea per gli Investimenti, enti e società finanziarie regionali)

La garanzia di FIDINDUSTRIA UMBRIA ha lo scopo di ridurre il rischio della banca aumentando di conseguenza la capacità di credito delle imprese consorziate.

Consente inoltre di ottenere condizioni vantaggiose e trasparenti nonché di accedere ad operazioni di finanziamento specifiche.

Il consorzio garantisce di solito il 50% attraverso:

- fondi rischi alimentati sia da ristorni calcolati in percentuale sugli affidamenti/finanziamenti deliberati dal Comitato Tecnico sia da contributi di enti sostenitori e soci,

- gestione di fondi rischi alimentati da risorse pubbliche e private finalizzate a programmi e misure specifiche,

- fideiussioni, rilasciate dei consorziati per gli scopi sociali, in misura percentuale su quanto ottenuto tramite garanzia consortile.